I legami per le casse funebri: quali sono i più usati

Quando si organizza un funerale, l’agenzia di onoranze funebri a Milano propone una serie di casse tra cui scegliere quella più adatta. La differenza tra una cassa e l’altra sta soprattutto nel legno usato e nelle decorazioni esterne che possono esser molto semplici ed essenziali oppure più ricche ed opulente.

La scelta dipende solo e unicamente della preferenze personali, ma è maglio fare una panoramica per capirci un po’ di più.

Il rovere: un cugino della quercia

Il rovere fa parte della famiglia delle querce e infatti il suo nome botanico è Quercus petraea. Il suo alburno è di colore giallo mentre il durame è più bruno. Le venature sono molto evidenti e hanno la forma di specchiature. È un legno molto usato nell’agenzia di onoranze funebri a Milano poiché è molto resistente e non si altera facilmente.

Il larice: molto comune

Il legno di larice è molto comune perché cresce spontaneo in Europa e quindi è facile che si usi per realizzare i cofani funebri. La parte più interna ha un colora rossastro – bruno. La fibra è regolare e molto dritta in modo da avere un risultato molto elegante senza nodi e sfumature imprecise. È un legno che dura molto nel tempo.

Il noce: più variegato e sfumature più marcate

Il legno di noce ha un colore bruno con sfumature grigiastre dopo l’essicazione che lo distingue da tutti gli altri. Le sue sfumature sono molto accentuate e i cambi di colore sono evidenti. P un legname un po’ particolare che viene lascito al naturale. Deve piacere subito: è diverso da altri legami classici come quelli visti prima. Il risultato finale è un legno che è già molto decorato di suo, quindi si preferisce non aggiungere fregi e altri elementi vari che diventerebbero eccessivi, addirittura.

La fibra del legno di noce non è drittissima, ma un più ondulata quindi si ottiene un legno più variegato. La sua durata è media nel tempo.

You may also like...