Cucinare con l’estrattore: non solo succo

Molte persone si chiedono se un estrattore succo sia davvero valido come aiuto in cucina. Ebbene, la riposta è sicuramente sì perché questo piccolo ma potente elettrodomestico non permette di preparare solo succhi ma si usa anche per cucinare. Molti lo usano solo per creare dei deliziosi succhi di frutta e verdura di stagione senza conservanti, dolcificanti e coloranti ma ci sono dei trucchi per usarlo anche in cucin per preparare quello che si vuole. Ecco allora 3 idee per utilizzare tutto quanto senza avere scarti.

Ispirazioni orientali

Moltissime ricetta orientali hanno tra gli ingredienti anche della frutta perciò lo scarto che si ottiene dalla preparazione di un succo vegetale, può esser riutilizzato per preparare un riso di ispirazione orientale. Dopo aver messo nell’estrattore vegetali misti come mela, carota, peperone, ananas e coriandolo in foglie, si ottiene un succo perfetto da trasformare anche in un cocktail aggiungendo zucchero di canna e rhum. Lo scarto vegetale va messo in una padella tipo wok dopo aver fatto rosolare aglio, peperoncino e radice di zenzero fresca in un po’ di olio di semi. Dopo che la parte fibrosa scartata dal succo si è soffritta bene, si aggiunge nel wok del riso thai già bollito e scolato in precedenza. Per chi ha bisogno di aggiungere sapori, ci stanno benissimo dei gamberetti oppure del pollo a tocchetti o anche del manzo da saltare in padella assieme alla polpa di frutta e verdura.

Rinfrescarti in estate

Ogni volta che si crea un succo che contiene principalmente frutta, lo scarto può esser ritualizzato per preparare un sorbetto che è perfetto per rinfrescarsi in estate senza aggiungere grassi e zuccheri in eccesso. La parte fibrosa che risulta dopo la preparazione del succo di frutta, può essere recuperata e si mette nella vaschetta del ghiaccio e poi subito in freezer per almeno 5 ore. Dopo che i cubetti saranno pronti, si tolgono dal freezer e si mettono direttamente nel frullatore per tritarli. Ne risulta un mix di frutta ghiacciata che perfetto per una merenda estiva senza dover avere scarti vegetali da buttare via.

Richiami marocchini

Inserendo nell’estrattore di frutta e verdura pomodori, cetriolo, un limone privato della scorza, cipollotti, falde di peperone e anche mandorle ammollate in precedenza si ottiene; da una parte il succo vegetale e dall’altra la polpa. Si usano entrambi per preparare il cous cous vegetale di ispirazione marocchina. Il cous cous è un grano precotto che basta reidratare con acqua bollente per circa 5- 8 minuti e allora perché non usare il succo che è molto più saporito? Si porta a ebollizione in un pentolino il succo e poi si versa fino a coprire i grani di cous cous. Si deve lasciare riposare con il coperchio fino a quando il succo viene completamente assorbito e si può poi sgranare il cous cous con una forchetta. I grani si condiscono con la polpa che viene fatta rosolare in padella. A piacere, si possono aggiungere olio extravergine, spezie piccanti come paprika o peperoncino ed erbe aromatiche fresche.

You may also like...