Come portare a termine un trasloco? 3 differenti sistemi

traslochi1Per finire un trasloco ci possono essere differenti modi da scegliere in base al tempo a disposizione, alla mole di cose da spostare a anche dal budget. Vediamo le 3 soluzioni alternative per cui si può optare.

Il fai da te

Il primo sistema che si può adottare per affrontare un trasloco è il fai da te, cioè occuparsi di ogni singola operazione da soli senza che debba intervenire nessuna ditta specializzata, in maniera da non dover pagare nessuno. Fare da sé però piò avere anche degli svantaggi poiché il tempo necessario per finire il trasloco si prolunga a causa della poca conoscenza dei metodi e dei sistemi più rapidi per spostare tutto quello che deve essere portato presso la nuova abitazione, rischiando di sforare con i tempi, grosso problema se c’è un contratto di affitto in scadenza. Si tratta di una soluzione che può andare bene solo per piccoli traslochi.

Il sevizio completo

La soluzione opposta a fare da soli è chiamare una ditta specializzata che si possa occupare di tutto ciò che serve per il trasloco. In questo caso, si dovrà spendere un po’ ma si ha il vantaggio di non dover alzare nemmeno un dito poiché gli addetti si occupando ogni passaggio per spostare tuto nella nuova casa. È la soluzione migliore se non c’è il tempo libero per dedicarsi al trascolo o non si sa da che cosa iniziare. Una squadra specializzata in questo settore assicura il rispetto dei tempi.

Una soluzione intermedia

Esiste però un terzo sistema per portare a termine un trasloco ed è quello di richiedere un servizio intermedio. Ciò significa che di alcune operazioni ci si occupa da soli, come l’imballaggio, mentre per quelle più complicate, come il trasporto, si fanno intervenire gli esperti della ditta di traslochi. È il cliente a definire il grado di coinvolgimento della ditta così da personalizzare il servizio in base alle sue specifiche esperienze.

Per info e / o prenotazioni: www.mistertraslochi.it/traslochi_roma_prezzi.htm .

You may also like...